UN MODERNO COLOSSEO: IL PALASTAMPA

aplaapl2a

Dall’isolata e tranquilla campagna canavesana, ci spostiamo invece nella caotica Torino; nella zona nord della città, a fianco del rinnovato Juventus Stadium, esiste un edificio molto particolare, tutti gli over 30 torinesi e non solo, hanno passato qui almeno una serata, l’edificio, nel corso della sua storia durata poco più di 15 anni ha assunto diversi nomi, da Palatorino a Mazdapalace ma per tutti rimarrà sempre nei ricordi come PALASTAMPA.

Il progetto nasce nel 1990 dall’incontro dell’allora assessore torinese alla cultura Marzano e l’imprenditore Divier Togni. Il comune e il gruppo Togni stipularono una convenzione: il primo diede il terreno e si occupò delle opere di urbanizzazione; il secondo mise il capitale per edificare la struttura e gli venne assegnata la gestione dell’impianto per trent’anni, con conseguenti spese di ordinaria e straordinaria manutenzione e senza alcun onere per il Comune che ne divenne subito proprietario, con il diritto di poterne disporre ottanta giorni all’anno.

Dopo un periodo iniziale di incertezze, nel luglio 1991 venne inaugurato il cantiere con la posa della prima pietra. A gennaio vi fu la posa della trave circolare a sostegno dell’imponente cupola di copertura dal diametro di quaranta metri. I lavori proseguirono a rilento e l’inaugurazione inizialmente prefissata per l’autunno del 1993 slittò alla primavera del ’94 e poi ancora all’autunno dello stesso anno, a causa dell’ultimazione dei lavori necessari per rendere la struttura idonea ad accogliere il pubblico.

Fu così inaugurato il 22 ottobre 1994 in occasione del concerto di Adriano Celentano,

successivamente ha ospitato concerti, manifestazioni, conventions, spettacoli ed eventi sportivi e culturali.

 

La struttura è polifunzionale e finalizzata alla massima flessibilità, in base alle esigenze del singolo evento. Gli spazi interni sono modulabili e attrezzati per realizzare l’allestimento in una delle due semi-arene contrapposte di cui l’impianto è composto, che si ispirano agli anfiteatri greci e romani. L’arena più piccola ha una capacità di 3.000 posti, mentre l’arena principale dispone di 10.000 posti.

Terminata la sponsorizzazione con La Stampa durata nove anni, il Palastampa cambiò nome in occasione del concerto di Claudio Baglioni del 21 novembre 2003, infatti concluso l’accordo per una nuova sponsorizzazione, venne ribattezzato Mazda Palace.

Per quindici anni, quello che nella memoria collettiva è ricordato come il “Palastampa”, è stato il punto di riferimento per tutti i piemontesi appassionati di musica e concerti. Durante la sua attività, la struttura di Corso Ferrara ha ospitato puntualmente le tournée di tutti gli artisti italiani, e soprattutto i concerti dei grandi artisti stranieri. Il Palatorino ha contribuito a riportare Torino nel circuito internazionale delle grandi manifestazioni. Un circuito che ormai da anni aveva deciso di evitare il capoluogo subalpino; almeno per quel che riguardava le tournée invernali.

Personalmente il Palastampa mi ha donato grandi emozioni, qui conobbi e cominciò il mio amore per i LITFIBA (era il 1997!), li rividi altre 2 volte, sempre qui (e li vidi 14 volte in tutto :P).
Qui conobbi Ligabue, i Subsonica, vidi il Wrestling di SmackDown e rimasi impressionato dalla molteplicità degli spettacoli che era in grado di offrire.

Con l’avvento delle olimpiadi invernali del 2006 e la costruzione del pala-isozaki (vicino allo stadio olimpico), il palastampa divenne via via meno importante e, nel 2011, venne definitivamente chiuso al pubblico.
Al momento il palazzetto, di proprietà comunale, è all’interno di un progetto di riqualificazione da parte della Juventus anche se le sue sorti sono ancora ignote.

L’area, comprendente anche la splendida cascina Continassa, è attualmente occupata da famiglie di rom e giostrai, in attesa della sua rinascita…

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...