ONCE UPON A TIME 3: Cavallerleone

Eccoci ad un altro appuntamento con la saga di ONCE UPON A TIME.
Questa volta ci occupiamo di un edificio già incontrato sul nostro cammino, nel post perle di Piemonte; l’edificio in questione è il castello di Cavallerleone, nell’omonimo comune.
Come già documentato purtroppo, la zona è ricca di edifici di qusto tipo (vd. Bonavalle, Carpenetta).

All’epoca del post, non ho scritto alcuna info sul castello, se non la data del crollo della parte centrale, in questi mesi però, ho avuto modo di trovare qualche informazione.
Il Castello, fu eretto dai Nucetto nel XIV secolo, ed ampliato nel corso del secolo seguente; ulteriori interventi si ebbero nel XVIII secolo; di aspetto prevalentemente medioevale, con pianta “ad elle”, conserva due torri circolari, una all’angolo formato dai due corpi dell’edificio, l’altra, scapitozzata, all’estremità della manica sud; questa manica presenta sulla fronte esterna una loggetta cinquecentesca adiacente alla torre d’angolo, mentre è quasi del tutto scomparsa una finestra crociata in cotto, a causa di un esteso crollo che nel 1995 ha interessato quest’ala del castello; la manica nord, spoglia sul lato strada, ha nella fronte interna un paramento settecentesco con loggiato all’ultimo piano. L’interno conserva in parte soffittature lignee di epoca tardo-medioevale, e, nella torre d’angolo, una cappella decorata da affreschi settecenteschi.

Ho trovato in rete questa “chicca”, il sig. Giorgio Olivero, ci ha lasciato, inconsapevolmente, probabilmente l’unica testimonianza disponibile al pubblico di come appariva il castello prima del funesto 1995.
X

Vederlo da vicino, nella sua solitudine ed impotenza, questo castello fa davvero paura, ho notato con grande amarezza il suo pessimo stato di conservazione, la torre esposta a sud infatti, presenta una crepa molto evidente che non compare nell’immagine d’epoca, il crollo, probabilmente, ha intaccato pesantemenre la staticità della struttura e se non si interviene in fretta, probabilmente, anche le mie foto saranno un un ricordo di ciò che non c’è più.

 

 

Oltre al castello, a poca distanza, sorge un altro edificio ricco di storia e meritevole di attenzioni, il palazzotto, questo edificio ha sicuramente visto giorni migliori ed è attualmente sede dell’ufficio postale locale.

Il Palazzo Balbo, comunemente noto come il “Palazzotto”, in piazza Santa Maria, fu la residenza dei Balbo di Vinadio, dal 1472 cosignori di Cavallerleone, i quali la vendettero nel 1650 ai Lamberti di Robilante. Il suo attuale aspetto si deve ai lavori eseguiti in occasione del matrimonio (1593) di Righino Balbo con Bianca Ferrero di Bonavalle; l’edificio ingloba nell’angolo sud-ovest una torre quadrata del ricetto medioevale di Cavallerleone (prima metà XIII secolo); la fronte sud è abbellita da un loggiato su tre ordini, originariamente affacciato su di un giardino recintato (oggi scomparso); il portale di accesso è nel lato nord, porticato al piano terra; nel salone d’onore al primo piano bel soffitto ligneo a cassettoni, sostenuto da mensole modanate, decorate con stemmi dei Balbo, ovvero partiti con le armi dei Balbo e dei Ferrero.

Ecco il palazzotto, ed una veduta d’insieme dei due edifici.

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...