IL MOSTRO DI VIA MACEDONIA

Come i miei lettori avranno sicuramente intuito, sono un grande estimatore della storia della mia terra ed un divoratore di letture sull’argomento.

Il tema di oggi, deriva da uno dei primi libri che ho letto in assoluto, prestatomi da mia zia quando ero poco più che un bambino.

Il libro in questione è “Il Musinè” scritto da Giuditta Dembech, non ho mai amato particolarmente la Dembech, in quanto credo che sia una scrittrice, seppur di grande cultura, troppo spirituale, con contenuti new age ed esoterici.

Il libro succitato, racconta comunque in modo fedele la storia del monte Musinè, sito alle porte della val di Susa, che accolse ai suoi piedi, una delle più grandi ed importanti battaglie accadute sul suolo piemontese tra gli imperatori Massenzio e Costantino, fu proprio qui infatti nella piana di Rivoli che quest’ultimo, vincendo la battaglia, divenne imperatore romano (ancora oggi la croce posta sulla sommità del monte ricorda quell’evento).

La storia del monte è cosa nota, compresi i suoi misteri legati all’ufologia e strane storie di linee sincroniche di ispirazione Damanhuriana; non molto noto però, è un fatto avvenuto non sul Musinè, bensi a pochi chilometri di distanza e citato dalla Dembech, un tema che ho vorrei dilungare ed approfondire. Come sempre in Piemontefantasma ci serve un luogo geografico in cui svolgere il post, in questo caso Via Macedonia.

Via Macedonia è una via alla periferia di Torino, più precisamente una traversa di corso Francia, la via divide l’abitato di Collegno da quello del capoluogo piemontese.

Una sera di circa 40 anni fa (Sabato 16 dicembre 1978) un fatto curioso, scosse la periferia della metropoli, la Dembech racconta:

un essere alto 160 cm si aggirava per via Macedonia, nella cintura di Torino, tutto avvolto da bende e, dalle cavità oculari, fuoriescivano fasci di luce. Chi assistette al fatto pensò subito ad uno scherzo fatto da un burlone di zona, tanto che che un ragazzo si avvicinò dicendogli: “Dai finiscila di scherzare non siamo a Carnevale!” . Il testimone cercò di strappargli quello che per lui era una maschera finchè non si accorse che quello che aveva di fronte non era affatto un essere umano e, preso dal panico, scappò urlando. Le persone spaventate da tale evento si barricarono in casa telefonando all’Arma dei Carabinieri la quale, nonostante ignara di cosa si trattasse, intervenne alla chiamata . Arrivati i Carabinieri, si apprestarono ad inseguire la creatura aliena che, nel frattempo, si era rifugiata nel portoncino di un edificio, cui accanto si trovava un negozio di sementi. Appena furono dentro l’edificio, molti testimoni si riversarono in strada nel tentativo di comprendere qualcosa; ad un tratto i due Carabinieri fuggirono in preda al panico.

Lo scritto è poi corredato da questo inquietante disegno prodotto dai testimoni:

hqdefault

Ovviamente questa storia mi ha molto incuriosito e non potevo non cercare altre conferme.

Una conferma che il fatto sia avvenuto per davvero ci arriva da “La Stampa”, la quale, il giorno successivo dedica un piccolo articolo al misterioso fatto, che poi tanto misterioso forse, non era…

MARZIANO DI CARTA IGIENICA

Uno strano essere, alto circa un metro e 60, tutto rosa, ha terrorizzato ieri sera alcune persone abitanti in borgata paradiso di Collegno, diffondendo la psicosi degli Ufo.

Il “mistero dell’extraterrestre” è stato chiarito preso. La strana figura era un ragazzo di 14 anni (del quale i carabinieri non hanno fornito le generalità) il quale, suggestionato dal film “la mummia” recentemente trasmesso alla televisione, si era completamente avvolto con alcuni rotoli di carta igienica crespata di colore pallido ed era poi uscito per strada in quell’abbigliamento. La psicosi degli “UFO” che da qualche tempo compaiono un po’ dappertutto ha fatto il resto.

 

Si direbbe quindi che il mistero è risolto… ma un altro documento fa dubitare, un documento che porta la firma dell’ANSA.

Nell’archivio storico di quest’ultima infatti si trova una nota emessa il giorno dell’accaduto che racconta:

EXTRATERRESTRE A COLLEGNO

Uno strano essere, alto circa un metro e 60, tutto rosa, h terrorizzato alcune persone abitanti in Via Macedonia.

La strana creatura è stata notata da una bimba (che ne ha riportato un forte CHOC), da una signorina che è fuggita gridando di terrore e dal pensionato Antonino Rissone di 62 anni il quale, con il figlio Lorenzo di 22 anni stava transitando in via Macedonia.

 

DOVE STA LA VERITA’

Cosa è davvero successo quella sera in via Macedonia?

 

Quando si parla di alieni, Ufo, misteri, una sola domanda mi viene in mente… PERCHE’??

Perché nel 2016, nell’era dei Social network,  non esiste NESSUNA foto nitida di un Ufo, di un alieno o di roba simile?

Perché un alieno dovrebbe comparire e scomparire magicamente da via Macedonia in una gelida sera di dicembre?

Da dove arrivava, dove è andato? nessuno ha approfondito? I carabinieri scappano e non fanno nulla??

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...